fbpx
11 LUGLIO - Lifestyle

La posta del cuore: “La distanza rovina i rapporti?”

Scritto da:

Ciao Alena,

sono davvero disperata, non so cosa fare e avrei tanto bisogno di un tuo consiglio. Da un anno mi frequento con un ragazzo, i primi tempi andava tutto benissimo, poi per motivi di studio mi sono dovuta trasferire in un’altra città, sapevamo che sarebbe stato difficile ma abbiamo deciso di provarci lo stesso. Devo ammettere che la distanza ha indebolito il rapporto, però continuavamo a sentirci finché lui non mi ha lasciata. Quando sono ritornata a casa l’ho cercato e ho provato a ricostruire il rapporto, ma purtroppo ho scoperto che aveva già iniziato una frequentazione con un’altra ragazza. Dopo due mesi si è rifatto vivo dicendo di aver capito di aver commesso un grandissimo errore e di perdonarlo. Io ero titubante, anche perché avevo ripreso in mano la mia vita e ormai lui non ne faceva più parte. O almeno così pensavo. Ora si avvicinano le vacanze estive e lo rivedrò. Lui ha già cercato un riavvicinamento ma io, aiutata dalla distanza, non ho ceduto. So già che quando lo rivedrò sarà la fine e mi farò prendere in giro per l’ennesima volta…secondo te cosa devo fare???

Grazie!!!

Simona

 

 

Cara Simona,

devi fare quello che senti. Lo so che sembra banale ma è molto facile, in queste situazioni, trovare chi ti dica “Lascialo perdere”, “Finirà male” oppure “Viviti questo amore senza pensare”. Tutti useranno la loro esperienza, vita o proiezioni per consigliarti di percorrere una strada piuttosto che un’altra. Io ti dico, e lo dico sinceramente: ascolta cosa senti quando lo vedrai. Senza pensare al futuro o al passato, alla delusione ricevuta o ai sogni infranti,  chiudi gli occhi e senti che emozioni e sentimenti provi accanto a lui. Magari ti scoprirai innamorata o magari, come per magia, sarà tutto finito e ti sentirai libera di amare un’altra persona. La vita è strana, è un viaggio a volte inaspettato e sorprendente. Cancella le storie dalla tua mente, cancella i tuoi “voglio” o “non voglio”. Non sono mai buoni maestri. Lasciati trasportare e sarà tutto perfetto come dovrà essere.
Raccontami, se vorrai, com’è andata.
Buona vita cara Simona.

Articoli correlati: