10 GENNAIO - Lifestyle

Matrimonio nella Reggia di Caserta: nozze da favola con ripercussioni da incubo

Scritto da:

Il palazzo Reale, patrimonio dell’Unesco, non poteva essere utilizzato per celebrazioni private

Al Comune è stato soltanto chiesto il permesso di transito per una sfilata di moda, ma in realtà all’interno della Reggia di Caserta si è celebrato un matrimonio. Le nozze da favola, avranno delle ripercussioni da incubo su organizzatori e protagonisti. A chiedere l’autorizzazione al Comune di Caserta per conto della società Urban Production sarebbe stato Maurizio Gemma, direttore di Film Commission, la fondazione regionale che si occupa della promozione in house del settore cinematografico, come si legge su “Il Mattino”. Sono stati pagati 30 mila euro per l’affitto della location, ma in realtà non poteva essere usata per feste private. L’utilizzo del monumento per fini commerciali ha scatenato una denuncia su cui sta indagando la Procura.

Un fioraio a cavalcioni sul leone posto sul grande scalone che conduce agli Appartamenti Storici della Reggia di Caserta, intento ad addobbare la struttura di fiori bianchi. E' la foto che fa discutere quella scattata durante i preparativi di un banchetto nuziale celebrato nel sito monumentale. Il matrimonio è quello sfarzoso era quello di Angela Ammaturo, ad del marchio di moda Frankie Morello. Su Repubblica.it la polemica e le foto delle nozze #monumenti #arte #cultura #patrimonio #unesco

A post shared by la Repubblica.it (@larepubblica) on

 

Non sono mancati sui social i commenti ironici in cui veniva raffigurato il Boss delle cerimonie, Antonio Polese, deceduto qualche mese fa, famoso per il programma su Real Time in cui organizzava matrimoni trash nella sua villa. A convolare a nozze è stata Angela Ammaturo, ad del marchio di moda Frankie Morello, che dopo aver svolto la cerimonia religiosa a Napoli, con tanto di Ave Maria intonata da Andrea Bocelli, ha portato tutti i suoi ospiti nella location da sogno. Il Palazzo Reale di Caserta, però, non poteva essere utilizzato per festeggiare il matrimonio e chissà se i neo sposi lo sapevano… Non resta che attendere la sentenza.

Articoli correlati: