12 FEBBRAIO - Lifestyle / People

Basket, L’Olimpia Milano ricorda Kobe Bryant con una maglia speciale

Scritto da:

La scelta della squadra di Giorgio Armani

L‘Olimpia Milano ha deciso di celebrare Kobe Bryant con un omaggio nel segno del ricordo ma anche nel segno di stile e eleganza, matrici che del resto contraddistinguono la proprietà del gruppo Giorgio Armani. La tragica scomparsa del giocatore ha segnato tutto il mondo del Basket e già due settimane fa, in occasione della gara di Eurolega la squadra, guidata da Ettore Messina, aveva ricordato con alcuni video e momenti significativi l’ex stella NBA, scomparsa improvvisamente in un tragico incidente d’elicottero il 26 gennaio scorso.

La celebrazione di quello che è stato uno dei giocatori più forti della storia continua. In occasione della partecipazione alle Final Eight di Coppa Italia la squadra milanese indosserà delle maglie speciali. Nel debutto contro la Vanoli Cremona (giovedì 13 febbraio alle 18.00 a Pesaro), la squadra indosserà uniformi color viola. Uniformi di colore giallo saranno utilizzate come maglie di riserva per tutta la durata della competizione.

View this post on Instagram

L’Olimpia a Pesaro in memoria di Kobe, Giorgio Armani: “È il nostro modo di ringraziarlo ancora” ⚪️🔴|💛💜 #insieme #LBAF8

A post shared by Olimpia Milano (@olimpiamilano1936) on

Abbiamo deciso di compiere un gesto simbolico, unico, quello di abbandonare per una volta i nostri amati colori tradizionali e indossare quelli storicamente legati alla presenza di Kobe Bryant sul campo – spiega Giorgio Armani – Bryant è stato un giocatore di riferimento, che ha ispirato milioni di sportivi in tutto il mondo nel corso di una carriera leggendaria, nata proprio in Italia. Onorarlo ancora una volta è un modo per ringraziarlo per tutto quello che ha fatto per il basket mondiale.

Le maglie che verranno utilizzate a Pesaro saranno poi messe all’asta e il ricavato interamente devoluto a ‘Mamba On Three’, il fondo creato dalla ‘Mamba Sports Foundation’ per sostenere finanziariamente le famiglie delle altre vittime della tragedia del 26 gennaio scorso nell’area di Los Angeles.

Articoli correlati: