27 MAGGIO - Lifestyle

5 tipologie di uomini da evitare (o da sfidare): a voi la scelta!

Scritto da:

Abbiamo selezionato 5 categorie di uomini da conoscere e (possibilmente) da evitare! A meno che…

Sarà capitato a tutte, almeno una volta nella vita, di essere state “sedotte e abbandonate” dal principe azzurro… Ebbene sì, ci sono uomini che, seppur apparentemente perfetti, celano enormi pecche caratteriali difficilmente percepibili all’occhio femminile. Questi difetti, con una profonda conoscenza del mondo maschile e con un po’ di autolesionismo in meno, possono essere smascherati nel corso di tre appuntamenti.
Scoprite con noi quali sono le 5 categorie di uomini da conoscere e, possibilmente, da evitare (o da sfidare).

uomini da evitare.

1. Il narcisista.

Tra le cinque categorie è, indubbiamente, quella più subdola. Dovete sapere che, l’uomo narcisista è un abile adulatore, un calcolatore e un razionale, per questo è molto più difficile scoprire il suo gioco, ma non impossibile! L’uomo narcisista è affascinante, brillante e a modo. Apparentemente stimato da tutti, sarà in grado di sorprendervi e di farvi sentire uniche e speciali. Difficilmente perderà le staffe o si farà trovare impreparato perché lui, il narcisista per eccellenza, dovrà sempre apparire ai vostri occhi come “l’uomo dei sogni”. Non cascateci, è un bluff!

È difficile non cedere alle lusinghe del narcisista ma, se sarete sufficientemente preparate, riuscirete a riconoscerlo e a dargli il ben servito prima che lo faccia lui. L’uomo “narciso” vanterà approcci da vero gentleman, a cui seguiranno continui complimenti, delirio di onnipotenza, desiderio costante di ammirazione da parte degli altri e totale assenza di empatia. Ragazze, se notate questi atteggiamenti scappate a gambe levate! Questo tipo di uomo, apparentemente perfetto, non vi ama nè sarà mai in grado di amarvi; sarà infedele e bugiardo e, senza che voi abbiate il tempo di accorgervene, quando starete pensando a quanto siete fortunate, lui starà già flirtando con la segretaria della palestra (luogo più frequentato dal Narcisista DOC). Insomma, non cercate di cambiarlo, sarebbe un’inutile perdita di tempo e il tempo, si sa, è prezioso!

No: se siete buone e genuine: vi mangerebbe a colazione!
: se siete ciniche e inclini al tradimento: non oserà sfidarvi per non ferire il proprio ego!

 

2. L’insicuro.

Il partner insicuro è un male minore rispetto al narcisista ma, comunque, è  un uomo che, mai e poi mai, sarà in grado di trattarvi da donne. Riconoscerlo è abbastanza semplice, ma servono più di 3 appuntamenti o, in alternativa, molta abilità da parte vostra nel far emergere le sue insicurezze.

L’ insicuro è pieno di dubbi: a cena non saprà mai se ordinare pesce o carne e, prima di cena, avrà già provato tutti gli outfit a disposizione nel suo guardaroba. Avrà sempre bisogno di conferme e sostegno, anche nelle occasioni più banali, e voi, in men che non si dica, avrete già indossato i panni della crocerossina! Scordatevi, quindi, notti di sesso bollente e fuochi d’artificio: l’insicuro è insicuro anche tra le lenzuola e, questa, è una cosa davvero inaccettabile, non trovate? Fuggire è l’unica soluzione possibile!

No. se siete donne forti e con molta autostima: le sue insicurezze vi daranno noie!
Sì. se siete affette dalla “sindrome da crocerossina” alla Candy Candy: vi piacerà farvi carico dei suoi problemi!

 

3. Il mammone.

Altra categoria da evitare è l’uomo mammome, quello che senza “mammina” non è in grado di prendere decisioni importanti in merito alla propria vita. Sì a gli uomini che hanno un buon senso della famiglia, no, invece, a quelli che “la mamma ha sempre l’ultima parola”.
Il mammone non si riconosce con molta facilità ma, se riuscirete ad entrare nella sua sfera affettiva in poco tempo, vi renderete conto di una serie di fattori importanti: telefonerà alla mamma non solo per chiedere approvazione su tutti (e sottolineiamo tutti) gli ambiti della vita, ma, banalmente, anche per sapere se è meglio comprare la Nutella o la marmellata e se il raffreddore che gli è appena venuto, sia sintomatico di malattie mortali e contagiose. Inoltre, la mammina, dovrà approvare la vostra relazione e, sicuramente, non sarete mai e poi mai all’altezza del figliuol prodigo. Insomma, lasciate ogni speranza o voi che entrate…fuga e stop, avanti un altro!

No. Se siete autonome e indipendenti: vi sembrerà di avere a che fare con un poppante!
Sì. Se siete mammone convinte e ruffiane: accaparrarvi le simpatie di “mammina” sarà un gioco da ragazzi!

 

4. Il perfezionista.

Altra categoria di uomo da far venire il prurito alle mani! Il perfezionista per eccellenza ricorda le caratteristiche di Furio in “Bianco Rosso e Verdone”: è un maniaco del controllo, delle date, delle scadenze e della pianificazione da qui a dieci anni. La sua testa è un file Excel e il suo cuore un diagramma di flusso (googlate se non sapete di cosa si tratta…). Nulla sarà lasciato al caso per il vostro partner perfezionista: dal weekend fuori porta, alla spesa del sabato mattina, dagli sms che vi manda, alle volte in cui decide che è “necessario” (solo fisiologicamente) fare l’amore con voi.
Non potrete, mai e poi mai, bere un caffè con l’amica di turno a meno che non rispondiate ad una serie di quesiti, per lui, fondamentali: chi è la tua amica? Cosa fa nella vita? È fidanzata? Se sì, da quanto tempo? Dove andate? Chi viene con voi? Cosa pensi di bere? A che ora torni? Vai in bus o in auto? Insomma…una vera rottura!!! Se state con un uomo del genere fate molta attenzione perchè cercherà di annientarvi e voi, in un nanosecondo, vi troverete sole e con l’autostima sotto le vostre Crocs (sì, avete letto bene…Crocs). Non dite che non vi avevamo avvisate!!

No. Se siete solari, spontanee e passionali: avreste vita breve!!
Sì. Se siete pragmatiche e razionali: la sua mania di controllare tutto potrà, quasi, risultare sexy!

 

5. L’apatico.

Eccolo qui, l’uomo apatico, quello che non ha mai voglia di condividere nulla, quello della “pizza e divano” del venerdì sera (ma anche del sabato e della domenica..). L’apatico vive un senso di costante insoddisfazione: tutto ciò che lo circonda lo annoia, persino voi e il vostro intimo di Victoria’ s Secret da 150 euro!
Vive “alla giornata” e si concentra solo ed esclusivamente sui suoi bisogni primari: bere, mangiare, dormir. Se studia o lavora, si darà da fare per portare a casa il risultato, ma ci sarà sempre qualcosa che, prima o poi, lo annoierà a morte! Sì perché l’uomo apatico, in realtà, non è lo stereotipo del pigro, bensì è colui che inizia qualsiasi attività della sua vita “carico a pallettoni” ma che, allo stesso tempo, si scarica con la stessa velocità di un iPhone4 con il 3G attivo h24!
L’apatico vi farà credere di essere l’unica cosa soddisfacente della sua vita, vi dirà che gli bastate solo voi, che preferisce farvi le coccole piuttosto che divertirsi con gli amici; rientrerete, da subito, tra i suoi bisogni primari (ricordiamoli: bere, mangiare, dormire e, in aggiunta, fare sesso con voi) ma, improvvisamente, al primo accenno di noia, diventerete il nemico numero uno!, la palla al piede, la zavorra, la peperonata della nonna…insomma, sarete pesanti! E’ lì che verrà fuori il vero carattere dell’apatico: casa e chiesa con voi, ed esaltato con manie di protagonismo senza di voi! Sappiate cogliere i segnali al volo ed eviterete di essere silurate una volta ogni 6 mesi!

No. Se siete dinamiche e peperine: la sua apatia vi trascinerà in un buco nero!
Sì. Se siete “fatti della stessa pasta”: vi inseguirete e vi mollerete come Tom & Jerry o Cip & Ciop.

 

Queste sono le 5 categorie di uomo che si potrebbero rivelare nocive per la vostra salute!
Se un uomo ha cura di sé e adora i vostri complimenti va benissimo, se l’opinione della mamma è importante tanto quanto la sua e la vostra è un’ottima cosa, se una volta a settimana predilige voi alla birra con gli amici non è mica un male.
Insomma, in amore come in amicizia, bisogna saper distinguere l’ordinario dallo straordinario e rendersi conto, il prima possibile, se l’uomo di cui vi state invaghendo sia davvero ciò che volete.
Se subite una sconfitta non fatene un dramma e andate oltre: il mare è pieno di pesci e la vita offre straordinari secondi tempi che meritano di essere vissuti. Ricordate sempre che, soffrire per amore, non è un atto eroico ma una forma di autolesionismo letale e che, qualsiasi persona abbiate accanto, è necessario fare i conti anche con i vostri difetti, oltre che con i suoi.

Se volete segnalarci altre categorie di uomini “ma anche no”, scriveteci in posta privata su Facebook o inviateci una mail.

Articoli correlati: