fbpx
23 MARZO - Cucina

Dalla ricerca nel campo degli spirits e del foraging nasce Selvatiq

Scritto da:

Il progetto che lega il foraging e la produzione di liquori alle erbe

Avete presente le Madeleine di Proust? In un morso il celebre scrittore veniva catapultato in una “dimensione altra”, fatta di ricordi e profumi del passato. Lo stesso vi succederà se assaggerete uno degli spirits di Selvatiq: in un battibaleno vi sentirete a spasso per le montagne della Valtellina, bellissima regione alpina del Nord Italia, caratterizzata da una grande varietà di ambienti naturali.

Cos’è Selvatiq?

Selvatiq è un innovativo progetto di ricerca, guidato e ispirato dalla natura, che si identifica come una nuova categoria: Wild Nomadic Spirits. Nato dall’incontro tra Charles Lanthier, imprenditore in ambito Spirits e Valeria Margherita Mosca, Master Forager antesignana della disciplina del Foraging, fondatrice di Wood*Ing Lab, il laboratorio di ricerca e sperimentazione specializzato nell’indagine e nell’impiego del cibo selvatico come risorsa alimentare e culturale.

Selvatiq rispetta l’ambiente

La mission di Selvatiq è creare un prodotto che riduca al massimo l’impatto sull’ambiente: si tratta infatti di Spirits “Made-to-Nature”, realizzati nella natura con lo scopo di salvaguardarne la biodiversità. Selvatiq fa del Foraging il suo modus operandi, inteso nella sua accezione più profonda, quella del Foraging Conservativo che considera ciò che è invasivo in natura come una risorsa da trasformare in un nuovo prodotto, in totale armonia con il luogo. Ricerca, osservazione e raccolta di selezionate materie prime. Un percorso di sperimentazione in continua evoluzione, che conduce all’estrazione di sapori e aromi inaspettati e unici, reale espressione del territorio e del gusto della natura. Un progetto che si sposta e si evolve secondo le condizioni e necessità ambientali del luogo.

Un nuovo modo di fare spirits

Quello di Selvatiq è un nuovo modo di produrre spiriti. Si parte sempre infatti dal principio sostenibile e dalla scelta di una produzione che non fa riferimento ad una distilleria fissa ma che si svolge per lo più sul luogo di raccolta, attraverso frequenti spedizioni di ricerca. Ogni spedizione dà vita a una produzione di diverse tipologie di prodotto in base alla sperimentazione condotta sul luogo. La prima collezione presenta un  Gin, un Vermouth e un Bitter, realizzati con le botaniche della Valtellina, regione alpina del Nord Italia, caratterizzata da una grande varietà di ambienti naturali. Beyond Gin con intensi sentori di fiori di Tilia, Beyond Vermouth in cui prevalgono i freschi sapori di gemme di Pinus sylvestris, Beyond Bitter caratterizzato dalla forte aromaticità dell’Agropyron repens. “Beyond”, letteralmente tradotto con “Oltre”, perché i prodotti Selvatiq non sono semplici distillati, hanno in sé il potere della connessione con la natura e il gusto della sostenibilità.

Photo Credits: Isacco Emiliani per Selvatiq

Articoli correlati: