fbpx
10 APRILE - Cucina

Pasqua a casa? Vi aiutano gli chef con ricette e delivery!

Scritto da:

Per rendere le vostre feste più gustose, ecco alcune ricette da poter rifare a casa e gli indirizzi per ordinare comodamente a casa

 In soccorso per questa Pasqua “diversa”, arrivano gli chef. C’è chi si è organizzato con uno specialissimo delivery per rendere le vostre feste più gustose e chi invece propone ricette da poter rifare a casa per allietare la vostra famiglia (o chi avete la fortuna di avere al vostro fianco in questa quarantena).

 

Delivery – Wicky’s Innovative Japanese Cuisine – Milano

Per una Pasqua multietnica, lo chef Wicky Priyan del ristorante “Wicky’s Innovative Japanese Cuisine” ha ideato dei piatti speciali. Si può ordinare un gustoso carrè di agnello (marinato in un mix di spezie orientali con aggiunta di parmigiano) accompagnato da un carciofo grigliato oppure un esclusivo sushi maki sempre a base di agnello con peperoni corno dolci e lattuga romana (entrambi i piatti sono venduti al prezzo di 25 € ciascuno). Per chi invece non vuole rinunciare alla tradizione milanese ci sono le pratiche confezioni sottovuoto di Oss Bus (ossobuco), disponibili in tagli da 350 e 450 g, rispettivamente al prezzo di 25 e 35 .

I piatti pasquali, a disponibilità limitata, si possono prenotare telefonando o scrivendo su WhatsApp al 338 8790530 oppure tramite il nuovo e-shop, al seguente link:(https://alessiarizzetto.us19.listmanage.com/track/clicku=efa3a1ba3a8febbe757a71b32&id=dfd1f61be7&e=4dff3b9246)

Gli ordini arriveranno direttamente a casa in tutta sicurezza, senza alcun contatto, tramite il servizio di consegna con taxi.

View this post on Instagram

Wicky's agnello e carciofo!! #chefwickypriyan #guidamichelin #michelin #michelinguide #yesmichelinguide #cucinaitaliana #top #Japan #italia #Milano #wicky's #foodporn

A post shared by Wicky's (@wickyswicuisine) on

 

Delivery – Fratelli Cerea – Brusaporto (Bg)

Per Pasqua volete regalarvi un pranzo 3 stelle Michelin? La famiglia Cerea è felice di accontentarvi. Il ristorante Da Vittorio ha infatti pensato a un menu pasquale in formato delivery.

Ecco le specialità che prepareranno per voi:

– Cracker ai semi e sfoglia al parmigiano

– Cocktail di gamberi con cuore di lattuga

– Insalata di sgombro sott’olio con uova di quaglia e cipolle in agrodolce

– Tagliolini fatti in casa gratinati con prosciutto e punte di asparagi

– Capretto alla bergamasca al profumo di rosmarino con polenta, pancetta e patate

– Uovo pasquale

– Piccola pasticceria, pralineria, pane e grissini

Il costo del menu è di 100 a persona. Per chi la desiderasse, è possibile aggiungere all’ordine la colomba classica o al cioccolato (40).

View this post on Instagram

La Pasqua si avvicina 🐣 E perché rinunciare al gusto di #DaVittorio quando lo si può avere direttamente a casa grazie a #DaVittorioAtHome 🏠? Rendete la vostra Pasqua speciale con il nostro menù dedicato 😍 ➡️ Incluso in ogni menù troverete delle gustose amenities dolci e salate e le istruzioni per servire al meglio il menù. COME ORDINARE: ☎️ +39 035 681024 📩 info@davittorio.com #DaVittorio • Our Easter Menu is what you need to make the Easter Day amazing! The unique taste of Da Vittorio, directly to your home! How to order: ☎️ +39 035 681024 📩 info@davittorio.com

A post shared by Famiglia Cerea – Da Vittorio (@davittorioristorante) on

 

Delivery – Viviana Varese – Milano

Viviana Varese, chef patron del Ristorante “Viva Viviana Varese”, 1 stella Michelin, al secondo piano di Eataly Smeraldo Milano, ha pensato per voi a un menu di Pasqua speciale, che ha il sapore della tradizione.

Si parte con l’immancabile Casatiello, per continuare con la storica pasta e fagioli, polpo e cozze di Viviana (con pacchetto di pasta secca mista da cuocere al momento con istruzioni di cottura). Come secondo piatto è possibile scegliere tra agnello o baccalà con carote di polignano e olive taggiasche. Dulcis in fundo, non poteva mancare la pastiera napoletana.

Il prezzo del menu è di 40 euro a persona (l’ordine minimo è per 2 persone, solo su Milano, con

consegna gratuita). Si può scegliere anche di ordinare i grandi classici della tradizione: il casatiello da 1 kg o da 1,1 kg (rispettivamente da 32 e 40 euro) o la pastiera (32 euro).

In abbinamento si possono ordinare i seguenti vini:

Opera Franciacorta Brut Le Marchesine euro 22 a bottiglia

Montepulcino d’abruzzo Cascina del Colle euro 20 a bottiglia

View this post on Instagram

" Il Casatiello è Pasqua" @vivavivianavarese #viva #vivianavarese #vivaristorante #pasqua #andratuttobene #easter #stayhome

A post shared by Viviana Varese (@viviana_varese) on

 

View this post on Instagram

Posted @withregram • @vivavivianavarese Nell'attesa di rivederci, la cucina di VIVA arriva a casa vostra con il menu di PASQUA della tradizione. Gli ordini potranno essere effettuati online direttamente sul nostro sito internet nella sezione REGALA VIVA e via telefono al numero +39 3408987313. Il pagamento potrà essere effettuato con carta di credito per ordini online e in contanti al momento della consegna. Gli ordini verranno evasi fino ad esaurimento scorte Per info e prenotazioni: info@vivavivianavarese.it #vivavivianavarese #vivalapasqua

A post shared by Viviana Varese (@viviana_varese) on

 

Delivery – Gabriele Bonci – Roma

Un menu ruspante, godurioso, di quelli che ci piacciono…e la cosa non ci sorprende! D’altronde, da Gabrile Bonci, ci si poteva forse aspettare una scelta diversa? Lo chef inizia infatti il suo pranzo pasquale con una coratella da capogiro (e io, che amo le frattaglie, vado in brodo di giuggiole) e poi continua con la lasagna ai carciofi e le gustose (e mai banali) polpette di agnello. Al termine, l’immancabile pastiera. Menu per due persone, a 50 euro. Per ordinare basta chiamare questo numero 06.39749663. E buon appetito, con gusto.

Code di gamberetti con lattuga e salsa rosa

 

Ingredienti per 4 persone

Per i gamberetti

28 gamberetti

Sale

Pepe

Olio extravergine di oliva

Pulite i gamberetti dai carapaci, eliminate l’intestino e rosolateli con olio in padella, solamente da un lato. Condite con sale e pepe e appoggiate su di un piatto.

Per la lattuga

4 piccoli cespi di lattuga

Sale

Pepe

Olio extravergine di oliva

Lavate le lattughe. Conditele con sale, pepe ed olio extravergine di oliva.

Per la salsa di pomodoro

200 g di pomodorini

10 foglie di basilico

1 cipolla bianca piccola

50 g di olio extravergine di oliva

Lavate e tagliate finemente la cipolla, rosolate in casseruola con un filo di olio extravergine di oliva. Aggiungete i pomodorini tagliati a metà e lasciate cuocere per 15 minuti. Regolate di sale, frullate fino ad ottenere una crema molto liscia.

Per la maionese

2 tuorli d’uovo

3 g di aceto

25 g di succo di limone

250 g di olio di semi di arachidi

Sale

Pepe

Prendete le uova a temperatura ambiente e dividete i tuorli dagli albumi. Mettete i tuorli in una ciotola dai bordi alti, salate e pepate. Versate l’aceto e incominciate a lavorare gli ingredienti con uno sbattitore elettrico. Mentre state montando le uova, versate anche l’olio di semi molto lentamente, creando un filo sottile d’olio e mescolando sempre nello stesso senso fino ad ottenere una salsa densa (per non far impazzire la maionese evitate di aggiungere troppo olio in una volta, impedendone il corretto emulsionamento con il tuorlo). Quando la maionese è montata, terminate aggiungendo il succo di limone; lavorate ancora con le fruste fino ad ottenere una consistenza omogenea e compatta.

Per la salsa rosa

80 g di crema di pomodoro

300 g di maionese

Unire entrambe le salse. Riporre in un contenitore e conservare in frigorifero.

Per l’impiattamento

Appoggiate su un piatto liscio la lattuga condita, mettete dei ciuffetti di salsa rosa sopra la lattuga e completate con le code dei gamberi.

Ristorante Rose e Salò – La ricetta di Pasqua

Trota di lago civet polenta foie-gras

 Gli chef Andrea de Carli e Marco Cozza del Ristorante Rose Salò, sulla sponda bresciana del Lago di Garda, propongono una ricetta realizzabile a casa.

Ingredienti per 4 persone:

 

Per la trota

4 lingotti di trota iridea di 120 g l’uno

10 g di olio extra vergine d’oliva

sale fino

Per la salsa civet di frutti rossi

100g di lamponi freschi

100g di mirtilli

50 g di ribes rosso

50 g di more

3g di bacche di ginepro

3g di chiodi di garofano

60 g si burro

sale fino

pepe nero

Per la polenta

300 g di farina mais per polenta

600 g di acqua

100g di latte

olio extra vergine d’oliva

sale fino

Per il foie-gras

4 scaloppe di foie-gras fresco da 50 g l’uno

80g di tarassaco

sale fino

Procedimento

Per la polenta

In una casseruola mettete a scaldare l’acqua e il latte con un pizzico di sale, quando bolle aggiungete la farina per polenta poco alla volta per non creare i grumi e con l’aiuto inizialmente di una frusta girarla per bene; incorporata tutta la farina all’acqua proseguite la cottura della polenta per circa 40 minuti girandola di tanto in tanto. Passati 40 minuti togliete la polenta dal fuoco e stendetela su una placca oleata e fatela raffreddare in frigorifero per 1 notte. Successivamente tagliatela a lingotto e rosolatela con l’aiuto di una padella antiaderente con un filo d’olio da entrambe le parti.

Per la salsa civet

Mettete all’interno di un frullatore tutti i frutti rossi e frullateli con l’aiuto di un pò di acqua fino ad ottenere una salsa liquida, setacciatela per eliminare i semi. Mettete poi il liquido in una pentola, aggiungendo i chiodi di garofano e il ginepro, 300 g di acqua e fate cuocere la salsa fino ad ottenere la consistenza desiderata, successivamente filtrate ancora una volta la salsa per eliminare le spezie in eccesso e fuori dal fuoco incorporate il burro alla salsa per concludere. Aggiustate di sale e pepe, risulterà una salsa tendenzialmente acida per via dei frutti rossi ma anche balsamica per via delle spezie.

Per la trota

Rosolate i lingotti di trota iridea in una padella antiaderente con l’olio extra vergine e il sale fino. Rosolatelo dalla parte della pelle per renderla croccante, successivamente finite la cottura in forno per 6 minuti a 180C°.

Per il foie-gras

In un’altra padella antiaderente molto calda rosolate la scaloppa di foie-gras senza l’aggiunta di olio ma solo un pizzico di sale (non utilizzate nessun grasso per la cottura in quanto il foie-gras ne è particolarmente ricco) da entrambi le parti per 5 minuti circa. Infine rosolate con un filo d’olio il tarassaco per qualche minuto fino a quando non sarà cotto.

Per l’impiattamento

Disponete alla base del piatto il lingotto di polenta rosolata, sopra di essi la trota rosolata, affianco adagiate il tarassaco e sopra il foie-gras con qualche fiocco di sale maldon sopra. Completate il piatto con la salsa civet ai frutti rossi.

Articoli correlati: