fbpx
Cucina

Casatiello napoletano, ecco la ricetta di Gino Sorbillo

17 Aprile 16 / Scritto da:

“Noi napoletani per prepararlo utilizziamo formaggi e salumi dimenticati in frigorifero o in cantina” spiega il pizzaiolo. Una ricetta contro lo spreco che non può mancare sulle tavole degli italiani a Pasqua

“Quando si iniziano a fare i casatielli vuol dire che è arrivata la primavera”. Gino Sorbillo, celebre pizzaiolo di Napoli, ce lo confida mentre prepara tutti gli ingredienti per impastare. Sorride e dopo qualche secondo di silenzio spiega: “Da bambino mi divertivo a tagliare gli ingredienti a dadini con mia sorella. Mio padre lo cuoceva nel forno delle pizze lentamente e mia madre lo aiutava”. Il casatiello di Gino Sorbillo ha quindi un valore altamente affettivo, come le madeleine per Proust e la ratatouille per il perfido critico della Pixar Ego. Ma non è solo “comfort food”, è anche e soprattutto una preparazione etica. Spiega infatti: “È una ricetta contro lo spreco, perché vengono utilizzati salumi e formaggi dimenticati in frigorifero o in cantina”.

Ingredienti

1kg di farina 0
550 g acqua
150 g di strutto
Una bustina di lievito di birra liofilizzato
Sale qb.
Pepe qb.
300-350 g di formaggi stagionati
300-350 g di salumi misti
8 uova (sode)
1 uovo (per spennellare)

Preparazione

Sciogliete il lievito in acqua tiepida, unite la farina e iniziate a impastare.

Unite poi lo strutto, il sale e il pepe (a piacere).

Coprite il composto e fate riposare qualche ora finché sarà aumentato i volume.

Stendete il composto sulla spianatoia (tenendone da parte un pezzo per le grate delle uova) ricavando un ovale.

Spennellatelo con poco strutto, distribuitevi i formaggi misti (grana padano, parmigiano reggiano, pecorino, provolone grattugiati), i salumi misti (salame napoletano, coppa, prosciutto cotto e crudo, ciccioli) e 4 uova sode tagliate a cubetti.

Arrotolate l’impasto partendo dalla parte lunga, chiudetelo a anello infilando un’estremità nell’altra e disponetelo in uno stampo a ciambella, unto di strutto, dal diametro di circa 35 cm per 9 d’altezza, lasciando il punto di chiusura sul fondo.

Spennellate il casatiello con l’uovo sbattuto, poi con le mani ricavate quattro fossette e incastratevi 4 uova sode.

Con la pasta tenuta da parte ricavate delle strisce e fissatele a x sulle uova.

Fate lievitare ancora il casatiello per tre ore

Cuocetelo in forno già caldo a 180° per circa 60 minuti.

 

Barbara Giglioli