fbpx
Benessere

Aromaterapia: il benessere attraverso gli oli essenziali

10 Marzo 16 / Scritto da:

aromaterapia

Tra i trattamenti naturali per la salute figura la pratica olistica a base di oli essenziali concentrati, utili a combattere disturbi di varia natura

Nei centri salute è sempre più frequente trovare l’aromaterapia tra le proposte di trattamenti e cure naturali. Si tratta di una pratica olistica, ramo della fitoterapia, basata sull’impiego di oli essenziali concentrati, utili per combattere disturbi fisici, psicologici e spirituali, aumentando di conseguenza la sensazione di benessere. Tali oli sono sostanze odoranti e volatili (motivo per il quale il nostro sistema olfattivo riesce facilmente a percepirli), provenienti dalle piante ed estratte tramite distillazione in correnti di vapore, per poi venir separate dall’acqua dopo il raffreddamento di quest’ultima.

I benefici per la salute

Tra i numerosi effetti positivi dell’aromaterapia, possiamo annoverare: benefici per le infezioni cutanee o delle mucose, come per i sintomi premestruali e dell’influenza; efficacia contro tosse e raffreddore; un notevole effetto anti stress, aumento della qualità del sonno; contrasto della depressione post-partum; risveglio degli stimoli sessuali maschili; coadiuvazione della memoria. Tra le proprietà più largamente riconosciute, troviamo quelle antisettiche e antimicrobiche, cicatrizzanti, antireumatiche, insetticide e antiparassitarie,nonché analgesiche, digestive e tonificanti. Tuttavia, alcune delle controindicazioni possibili riguardano reazioni allergiche, effetti allucinatori, irritazioni o convulsioni.

L’importanza del profumo

La pratica dell’aromaterapia influenza rilevantemente la sfera psicologica del paziente, donando sollievo emotivo e spirituale. I profumi emanati dagli oli agiscono infatti sui centri nervosi del cervello, senza tuttavia intaccare il pensiero razionale. Ecco dunque che un profumo percepito come buono fa subito sentire bene, coinvolgendo memoria, sensibilità o emotività. Al contrario, le essenze identificate come sgradevoli non avranno il medesimo accesso al sistema nervoso. Il cervello tenderà infatti automaticamente a escludere dall’inalazione quello che ritiene un “cattivo odore”.

Per una seduta di aromaterapia in casa

Tornati la sera a casa, rilassarsi dovrebbe essere la parola d’ordine. Per chi non avesse tempo di recarsi in un centro apposito, e dopo aver consultato un medico soprattutto nel caso di una gravidanza, si potrebbe pensare di realizzare una seduta di aromaterapia tra le mura domestiche. Scelti gli oli essenziali adatti a noi, e dopo averli eventualmente miscelati, bisognerà liberare la mente e allentare lo stress con ampi respiri. Dopodiché, si procederà al massaggio sulla pelle di tempie, polsi e collo, tramite gli oli diluiti con acqua tiepida. Fatto ciò, si agirà diffondendo il profumo per la stanza tramite un diffusore, e applicando con attenzione un po’ d’olio su abbigliamento o fazzoletti.

Giorgia Lo Iacono