audrey-hepburn-make-up
23 FEBBRAIO - Make-up

Volete copiare il make up di Audrey Hepburn? Ecco qualche regola e segreto

Scritto da:

Occhi magnetici da cerbiatta in un volto imperfetto ma incantevole. Se volete provare a imitare il trucco della Audrey Hepburn degli anni ’50, ecco qualche indicazione

 

 

Audrey Hepburn make up

 

“Come potrei fare la modella?” domanda Audrey Hepburn nei panni di Jo in Cenerentola a Parigi. “Non mi faccio nessuna illusione sul mio aspetto. Credo anzi di avere una faccia buffa”. Risponde a quel punto Fred Astaire, interprete di Dick: “È proprio quello che trovo interessante”.

Non aveva un volto regolare Audrey Hepburn: mascella pronunciata, narici dilatate, denti irregolari. Eppure nessuno oserebbe negarne l’incantevole bellezza, merito soprattutto di una certa radiosità interiore che andava a spandersi sul suo volto caratterizzato da due splendidi occhi da cerbiatto. E pensare che una volta un fan le urlò: “Hai gli occhi più belli del mondo!”. Al che la star di Colazione da Tiffany replicò sorridendo: “Ho il mascara migliore del mondo!”. Risposta tipica da Audrey, sempre modesta e critica nei propri confronti. Eppure, al di là dei doni ricevuti da Madre Natura, Audrey Hepburn custodiva effettivamente piccoli segreti e regole per il proprio make up, soprattutto quello sfoggiato negli anni ’50 col quale l’attrice è maggiormente ricordata.

Leggi anche: All’asta 10 lettere inedite di Audrey Hepburn che ne svelano pensieri privati

 

Audrey Hepburn make up

 

La diva infatti partiva applicando l’immancabile eyeliner per accentuare grandezza e profondità degli occhi. Poi, per ottenere uno sguardo aperto e magnetico, si dava a una lunga procedura secondo la quale, dopo aver applicato abbondantemente il mascara nero, andava a separare pazientemente una ciglia dopo l’altra con una spilla da balia (avete presente Julia Roberts in La guerra di Charlie Wilson?), dividendole per bene. Potete provarci anche voi, magari usando uno stuzzicadenti. Si tratta di un trucchetto che Audrey apprese da Alberto De Rossi, make up artist conosciuto sul set di Vacanze Romane e che fu il suo truccatore per tutta la vita, così come sua moglie Grazia fu la sua parrucchiera. Di fatto fu quindi Alberto De Rossi a creare i leggendari “occhi alla Audrey Hepburn”.

Un’altra regola fondamentale per ottenere uno sguardo alla Audrey, è legata alle sopracciglia. Mettete giù quelle pinzette, e lasciatele folte! Ovviamente non in maniera selvaggia ma curandole e cercando di dar loro la cosiddetta forma ad ala di gabbiano. Un aiutino? L’uso di un’apposita matita per sopracciglia, così da definire per bene la linea. Col passare degli anni Audrey tese tuttavia ad alleggerirle.

Leggi anche: I profumi indossati dalle star di ieri e oggi

 

Audrey Hepburn make up

 

A proposito delle labbra, l’attrice visse invece diverse fasi. Nel corso degli anni ’50 infatti Audrey seguì la moda dell’epoca che voleva una bocca carnosa. Le labbra della protagonista di Sabrina erano tuttavia sottili, motivo per cui le ridisegnava voluminizzandole con matita e rossetto, preferibilmente rosso. Col tempo optò invece per un look più nude.

Ci avete fatto caso? Audrey Hepburn non ha mai portato i capelli troppo appiccicati al volto, ma sia nei suoi famosi tagli corti che in quelli più lunghi, ha sempre preferito tenere il volto scoperto tirandoli indietro, esaltando la sua bellezza naturale coadiuvata dal lavoro di make up.

Adesso sta a voi. Armatevi di pazienza ma, soprattutto, siate consapevoli che la lezione più importante che si può apprendere da Audrey Hepburn in ambito estetico è una sola: bisogna imparare ad accettarsi e quindi valorizzarsi al meglio.

Articoli correlati: