10 MAGGIO - Hair

Il wob, il taglio corto di tendenza per quest’estate 2016

Scritto da:

Lo abbiamo già visto esibito dalle star e ora lo vogliono tutte. Per la stagione calda il caschetto classico degli anni ’70 si reinventa simulando le onde del mare.

 

L’estate si avvicina, le temperature si alzano… e la voglia di scoprire il collo dai capelli per ottenere un po’ di refrigerio in più aumenta! Se per questo 2016 non avete voglia di passare le giornate calde con le chiome legate o sollevate sulla nuca, sappiate che il taglio di tendenza per la stagione calda fa per voi. Parliamo del wob (wavy bob), che dopo essere stato sperimentato un po’ da tutte le star è ora uno dei tagli più richiesti e amati dalle comuni mortali. Chi non si ricorda di quando Emma Stone l’ha sfoggiato sul red carpet dei Golden Globes? O di quando l’abbiamo ammirato su Jennifer Lawrence durante la promozione di Hunger Games?

 

La base di partenza è l’ormai conosciuto bob, il caschetto, che con la bella stagione smette di essere liscio per richiamare invece le onde del mare, in una variante mossa. Uno dei tagli classici degli anni ’70 aggiorna dunque il suo stile per farsi più moderno e sbarazzino. E finalmente si rende adatto anche alle ricce! Se tuttavia non amate le lunghezze troppo corte, potreste provare una variante più lunga che arrivi a toccare le spalle invece di sfiorarle e basta o di terminare alla base del mento, come già accaduto col classico bob… quello che avrete ottenuto sarà allora un long wob.
Purtroppo il wob non è però particolarmente adatto ai visi dai tratti troppo tondeggianti o quadrati, perché ne enfatizzerebbe la forma invece che camuffarla. Per i visi spigolosi od ovali risulta invece perfetto.

Taylor Swift Keira Knightley Jennifer Lawrence

C’è chi il wob lo esibisce naturale e chi preferisce dargli un tocco retrò, può essere portato con o senza frangia, con riga centrale o laterale, con effetto spettinato, molto ondulato o solo leggermente mosso… fatto sta che in tutte le sue varianti il wob risulta un taglio femminile e romantico. Le lunghezze non devono essere necessariamente pari: tra le varianti più in voga c’è infatti un effetto scalato che parte più corto dietro per allungarsi nella parte anteriore.

Non vi resta dunque che correre dal parrucchiere e scegliere la tipologia di wob che preferite!

Articoli correlati: