07 MAGGIO - Hair

Tendenze Capelli 2018: si torna al biondo!

Scritto da:

I trend oltreoceano e i consigli dell’hair stilyst Alessandro Costanzo

Da Hailey Baldwin a Selena Gomez, da Kristen Stewart a Kim Kardashian, ecco  alcune delle blonde girl che, dopo anni di castano scuro e nero corvino, hanno deciso di schiarire (quasi) drasticamente i propri capelli.

Miele, platino, caramello, white. Se le star di Hollywood (più o meno style addicted) si convertono al biondo, perché non farlo anche noi comuni mortali? Superati i tristi mesi invernali dalle chiome scure e spente, è giunta l’ora di passare al biondo, qualunque esso sia! 

Lo conferma l’hair stilyst milanese Alessandro Costanzo: “mai come quest’anno è d’obbligo schiarire i capelli! Il biondo, nelle sue infinite sfumature, illumina e riscalda l’incarnato, creando giochi di luce e chiaro-scuri perfetti per i mesi più caldi.”

Ma come è possibile scegliere la tonalità di biondo ideale?  

Non esistono leggi universali! – spiega Alessandro Costanzo –  È importante capire che tipo di risultato si vuole ottenere: se naturale come le folte chiome delle modelle di Victoria’s Secret o vistoso e pieno come i biondi sfoggiati da Kim Kardashian e Beyoncè. Il mio suggerimento è quello di scegliere la tonalità di biondo più in linea con il proprio incarnato e colorare le ciocche creando un effetto “contouring” in grado di valorizzare sia la pelle che i tratti somatici.

Molte star di Hollywood optano per biondi eccentrici. In Italia e, soprattutto, nella Capitale della Moda, quali sono i colori più richiesti?

Il Bel Paese è, da sempre, legato al concetto di gusto ed equilibrio. Shatush e Balayage sono tecniche molto richieste, così come il tie & dye (punte color pastello) su base biondo platino. Ma il biondo naturale e sfumato, dalle tonalità fredde o calde, è, sicuramente, quello più gettonato!

Chi parte da una base di capelli molto scura può arrivare ad ottenere un biondo naturale?

“Certamente! In questo caso le tonalità da scegliere sono calde e puntano ai colori della terra e del sole, con leggere sfumature dorate. E’ preferibile optare per un degradè lasciando intatto il colore di base e schiarendo gradatamente dalle lunghezze alle punte. In questo modo si può ottenere un biondo mediamente chiaro senza snaturare la propria chioma.

Biondo platino tendente al white: si o no?

Beh, il biondo alla Marilyn Monroe ha sempre un suo fascino! Si può optare per un biondo rock, come quello lanciato da Madonna negli anni ’80, con sopracciglia scure e folte a contrasto; oppure, per un biondo grunge come quello multi sfaccettato sfoggiato negli anni ’90 da una giovanissima ed eccentrica Courtney Love. A voi la scelta, l’importante è che sia biondo, anzi, biondissimo!”

Articoli correlati: