cura-in-spiaggia-dei-capelli
06 GIUGNO - Hair

Capelli: come proteggerli anche in spiaggia

Scritto da:

Durante i mesi estivi, il corpo trae giovamento dalle giornate al mare. Lo stesso però non accade ai capelli, che finiscono per rovinarsi. Per contenere il danno, ecco alcuni accorgimenti da seguire

 

capelli al mare

Se si nomina l’estate il pensiero non può che andare ai bagni di sole e di mare. Ma se servizi televisivi e riviste tendono giustamente a sottolineare l’importanza di un’adeguata protezione della pelle, poca attenzione viene invece riservata alla cura dei capelli, che tra raggi solari, salsedine e cloro tendono a seccarsi e rovinarsi, costringendo a un taglio riparatore post vacanze. È bene sottolineare subito che arginare completamente le conseguenze dannose alla fibra dei capelli è impossibile, tuttavia perlomeno contenere il danno è fattibile.

Non solo, infatti, perdita di lucentezza e aridità: l’aggressione estiva tende ad aumentare anche la caduta dei capelli ben oltre le quantità fisiologiche, a causa soprattutto dell’azione dei raggi ultravioletti che danneggiano la cheratina indebolendo il fusto, e per via dell’azione della salsedine che tende invece a depositarsi sul rivestimento naturale, la cuticola, intaccandone l’integrità.

In spiaggia

Prima di partire per le agognate vacanze, dunque, sarebbe innanzitutto bene evitare trattamenti aggressivi quali mèches o tinture, mentre prima di recarsi al mare sarebbe meglio applicare qualche prodotto specifico, fluido, in gel od olioso. Durante la permanenza in spiaggia è anche consigliabile indossare un cappello, chiaro – in paglia o cotone – così da consentire la traspirazione. Così come è bene fare per il corpo, l’ideale è poi riapplicare più volte il protettivo scelto, e sciacquare le chiome con acqua dolce dopo ogni bagno.

cura dei capelli al mare

A casa

Una volta tornati a casa, l’invito è a usare uno shampoo specifico per il doposole (evitando prodotti che contengono alcol se i capelli sono tinti), ricco di sostanze nutritive dalla funzione riparatrice e filtri UV contro i radicali liberi. Prima di procedere all’asciugatura, il consiglio è di tamponare la testa con un asciugamano piuttosto che frizionare, usando pettini morbidi a punte arrotondate e denti larghi. Al momento di passare il phon, mantenete infine le temperature basse e l’apparecchio ad almeno 15 centimetri dalla testa, muovendolo da destra a sinistra e dall’alto in basso. Volendo, si può anche togliere il beccuccio e asciugare i capelli a testa in giù, così da non riscaldare troppo la cute.

Seguendo questi accorgimenti, una volta tornati dalle vacanze l’inevitabile passaggio dal parrucchiere sarà meno traumatico di quanto temuto!

Articoli correlati: