fbpx
361News

Ursula Von der Leyen e l’incidente diplomatico che fa discutere

08 Aprile 21 / Scritto da:

Ha fatto il giro del mondo la foto dell’incidente diplomatico avvenuto nella giornata di lunedì ad Ankara. Nel corso di un incontri ufficiale tra Unione Europea e Governo Turco la presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen è rimasta senza un posto dove sedersi.
Le uniche due sedie disponibile erano infatti occupate dal Presidente del Consiglio Europeo Charles Michel e dal Presidente turco Recep Tayyip Erdoğan.
L’incidente ha fatto il giro del mondo, questo per il solito scarso riguardo da parte dei capi delle istituzioni europee e per una sorta di latente sessismo nei confronti delle leader donne.
Non si è trattato di un equivoco ma di una vera e propria dimenticanza: anche perché un incontro del genere, solitamente e secondo il protocollo, viene studiato nei minimi particolari: “La presidente della Commissione è rimasta chiaramente sorpresa, e lo si può vedere anche dal video“, ha detto il portavoce di von der Leyen, Eric Mamer.
La presidente, alla fine, si è dovuta accomodare su un divano e come hanno spiegato alcune fonti al “Wall Street Journal” non era entrata prima nella stanza dell’incontro altrimenti avrebbe subito chiesto una sistemazione adeguata.

Si è dovuta sedere di fronte a loro e fronte a un altro divano su cui c’era il Ministro degli Esteri turco che per protocollo non siede mai sulla sedia ma lontano da Erdogan.

Come spiega il Post: “l’articolo 15 comma 6 che il presidente del Consiglio Europeo, cioè Michel, «assicura la rappresentanza esterna dell’Unione per le materie relative alla politica estera e di sicurezza comune»: cioè i due temi di cui Michel e Von der Leyen hanno discusso con Erdoğan”

Ovvero il Presidente del Consiglio Europeo precede il presidente della Commissione: non per questo però la Von Der Leyen deve essere trattata come se la sua carica fosse inferiore rispetto a quella di Michel.

Per molti, quello successo lunedì non è un semplice incidente diplomatico ma è una situazione che rispecchia un sessismo diffuso e che si manifesta nei confronti delle donne leader.

Di recente il Governo Turco ha annunciato il ritiro dalla Convenzione del Consiglio d’Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica dato e fattore emblematico.

Per altri quello che si è verificato è solo l’ennesimo sintomo di una diffusa mancanza di rispetto nei confronti delle autorità europee, prive di credibilità e vero potere decisionale.