fbpx
361News

Stefano Cucchi, oggi 22 ottobre ricorre il 12° anniversario della morte

22 Ottobre 21 / Scritto da:

Stefano Cucchi, oggi 22 ottobre ricorre il 12° anniversario della morte

Stefano Cucchi, oggi 22 ottobre ricorre il 12° anniversario della morte. In programma un memorial sostenuto anche da Fedez e Stefano Fresi

Era il 15 ottobre 2009 quando Stefano Cucchi, un giovane romano di 31 anni fu fermato dai carabinieri per spaccio di stupefacenti. In caserma, Cucchi fu perquisito e trovato in possesso di diverse confezioni di stupefacenti e di un medicinale per curare l’epilessia, malattia di cui era affetto. Per lui fu disposta la custodia cautelare. Al momento dell’arresto e dell’arrivo in caserma non presentava alcun trauma fisico. Il giorno dopo durante l’udienza per la conferma del fermo in carcere era evidente che Cucchi avesse difficoltà a camminare e a parlare e mostrava evidenti ematomi agli occhi. Tuttavia, il giovane non aveva riferito al padre di essere stato picchiato.

Il giudice fissò l’udienza per il processo un mese dopo, ordinando la custodia cautelare presso il carcere di Regina Coeli. Dopo l’udienza le condizioni di Cucchi peggiorarono.

Leggi anche: Stefano Cucchi: condannati a 13 anni i due carabinieri colpevoli

Il 16 ottobre fu portato al pronto soccorso dell’ospedale Fatebenefratelli, che rilevò “lesioni ed ecchimosi alle gambe, al volto (con frattura della mandibola), all’addome con ematuria, e al torace (con frattura della terza vertebra lombare e del coccige)”.

Stefano Cucchi, però, rifiutò il ricovero e fu riportato in carcere. Nei giorni successivi le sue condizioni peggiorarono ancora, rendendo necessario il ricovero al Sandro Pertini, dove morì il 22 ottobre. Al momento del decesso pesava solamente 37 chilogrammi.

Da quel momento si è intrapresa una battaglia giudiziaria, sostenuta dalla sorella di Stefano, Ilaria Cucchi, per chiedere la verità sulla morte del fratello. A dodici anni da quei fatti è arrivata la fine del processo in cui il giudice ha riconosciuto che Cucchi fu massacrato di botte. Oggi, lo si ricorda con un memorial, Umanità in marcia, a cui aderiscono anche volti noti dello spettacolo come Fedez e Stefano Fresi.

Fonte immagine: https://www.facebook.com/photo?fbid=401513268006592&set=a.202730581218196