fbpx
361News / People

Laura Boldrini: “Ho presentato l’emendamento per ridurre l’iva sui prodotti sanitari e igienici femminili”

12 Novembre 19 / Scritto da:

Ad annunciarlo è la stessa ex Presidente della Camera

Ha scelto Twitter per dare l’annuncio. Laura Boldrini, ex Presidente della Camera, ha deciso di farsi sentire e di cercare di trovare una soluzione per il problema della ormai celebre  “tampon tax“.

Insieme ad altre 32 deputate di vari gruppi politici, sia di maggioranza che di opposizione, ho sottoscritto un emendamento al decreto fiscale che riduce dal 22 al 10% l’IVA sui prodotti sanitari e igienici femminili Perché non sono beni di lusso ma una necessità!

L’emendamento riguarda l’articolo 45, composto da due parti. Nella prima sezione si legge:

Ai prodotti sanitari e igienici femminili, quali tamponi interni, assorbenti igienici esterni, coppe e spugne mestruali, si applica l’aliquota del 10 per cento dell’imposta sul valore aggiunto (IVA) ai sensi di quanto disposto dal secondo comma dell’articolo 16 del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633.

Nella seconda viene invece chiarito cosa si intenda per prodotti “sanitari e igienici femminili” ovvero “assorbenti igienici esterni, tamponi interni, coppe e spugne mestruali“.

A maggio un emendamento simile era stato presentato dal PD e poi respinto a causa di una mancanza di copertura finanziaria.

Proprio in queste ore in Germania, intanto, sono stati detassati gli assorbenti: il provvedimento entrerà in vigore dal primo gennaio 2020 con l’iva che passerà dal 19% al 7% (una quota minima prevista per i prodotti di uso quotidiano).

Il problema dell’Iva su questo tipo di articolo non riguarda solo l’Italia che si tiene sul 22% ma anche Ungheria, Danimarca, Croazia e Svezia e solo a Dublino il governo è l’unico ad aver messo l’Iva pari a zero mentre in Grecia il valore è stato addirittura aumentato.