fbpx
361News

Italia, verso l’allungamento del coprifuoco e l’UE non rinnova accordi con AstraZeneca

10 Maggio 21 / Scritto da:

Novità in vista per il coprifuoco

Da oggi quasi tutta Italia, a eccezione di Sardegna, Sicilia e Valle D’Aosta si trova in zona gialla segno che la situazione epidemiologica stia migliorando.

Ecco perché si lavora dal Governo per le nuove aperture e per risolvere il nodo coprifuoco: tra oggi, 10 maggio e domani, si valuteranno altri allentamenti delle misure e se i dati lo consentiranno il 14 maggio il Comitato Tecnico Scientifico potrebbe togliere anche la quarantena per chi arriva dall’estero.

Intanto, secondo anche quanto spiega “Corriere Della Sera”, le Regioni potrebbero far slittare l’orario del coprifuoco dalle 22 alle ore 24.00.

Si dovrebbe anche aprire la strada per le consumazioni all’interno dei bar ma solo al chiuso e infatti dall’uno giugno dovrebbero aprire i ristoranti anche al chiuso visto che dal 26 hanno potuto riaprire ma solo all’aperto.

A Giugno, dall’uno, dovrebbero essere previste anche le ripartenze di piscine e palestre.

Intanto nella giornata di ieri, 9 maggio, il commissario per il Commercio interno europeo Thierry Breton ai microfoni di France Inter ha annunciato la fine del contratto tra AstraZeneca e la Commissione Europea per le forniture del vaccino.

Leggi anche: Vaccini, si torna a quota 500 mila e intanto la campagna apre agli over50

Fino a giugno verrà garantita la fornitura con altre 7 milioni di dosi di AstraZeneca / Vaxzevria, poi arriverà lo stop.

Secondo le prime indiscrezioni le dosi che arriveranno nel nostro paese dovranno comunque bastare per il richiamo e quindi per la seconda dose.

Intanto così si lavora per incrementare le dosi di Pfizer e Moderna si Johnson & Johnson e si aspetta dall’Ema anche il via libera del vaccino tedesco  Curevac.