fbpx
361News / Viaggi

Fase 2, le proposte per i viaggi sui mezzi pubblici

23 Aprile 20 / Scritto da:

Al vaglio una serie di proposte per la mobilità nella Fase 2

L’ora X, sta quasi per scattare, mancano solo 10 giorni alla fine del lockdown in Italia. Sono giorni di lavoro e di progettazione in cui le varie task force stanno parlando costantemente con il Governo Conte, insieme agli esperti del comitato tecnico – scientifico per capire come sarà la fatidica ripartenza.

Il molte città un grosso problema sarà costituito dai mezzi pubblici: Ansa, spiega che secondo una bozza di lavoro del ministero dei Trasporti alla cabina di regia della Fase 2, si sta prendendo in considerazione anche l’ipotesi di sottoporre i biglietti a tariffe diverse per evitare assembramenti e affollamento.

Si parla anche di corsie separate per entrare e uscire dai mezzi pubblici come succede ad esempio già nei bus di Londra dove si entra dal lato del conduttore e si esce dalle uscite secondarie. Si valuta anche la possibilità di eliminare i biglietti cartacei e di disseminare le stazioni di dispenser con igienizzanti.

Per gli Aerei si andrà verso l’obbligo di mascherine e guanti per tutto il volo, oltre che una misurazione della temperatura corporea alla partenza e all’arrivo e una alternanza dei posti con il sedile centrale probabilmente inutilizzato.

Per i treni stop alla vendita dei biglietti a bordo e al vaglio anche l’eliminazione dei controlli dei tagliandi. Dovrebbero essere introdotte sanzioni e provvedimenti anche per chi non andrà a rispettare le varie norme con l’interruzione del servizio qualora ritenuto necessario.