replica-non-ufficiale-casa-il-mio-vicino-totoro
12 SETTEMBRE - Lifestyle

In Giappone esiste una seconda replica non ufficiale della casa de Il mio vicino Totoro

Scritto da:

Se doveste recarvi in Giappone nella prefettura di Nagasaki potreste imbattervi in una riproduzione meno famosa della casa di Mei e Satsuki vista ne Il mio vicino Totoro

 

replica casa totoro non ufficiale Nagasaki

 

I fan di Hayao Miyazaki e dello Studio Ghibli già saranno a conoscenza della presenza in Giappone di una replica esatta della casa delle piccole Mei e Satsuki, protagoniste de Il mio vicino Totoro. Questa si trova a Nagakute, a circa 40 minuti da Nagoya, nella prefettura di Aichi. Una ricostruzione voluta da Goro Miyazaki in occasione dell’Expo 2005, in cui i dettagli sono riprodotti con grande attenzione e tutto si può toccare, ma in cui non è possibile soggiornare. Non tutti però sapranno che in Giappone esiste una seconda replica della casa dell’anime diretto da Hayao Miyazaki, costruita a Shimabara, nella prefettura di Nagasaki.

A differenza di quella di Nagakute, in questo secondo caso siamo di fronte a una replica non ufficiale. Gestita da una scuola materna locale, anch’essa è pressoché identica alla casa di Mei e Satsuki vista ne Il mio vicino Totoro. Una graziosa casa in stile giapponese tradizionale – a partire dal bagno e dalla cucina – con tanto di pavimenti in tatami e porte scorrevoli. Almeno fino a qualche anno fa, era sicuramente possibile soggiornare nella casa (cosa non permessa nella replica ufficiale di Nagakute) per un costo di 5000 Yen (circa 40 Euro) a notte.

Leggi anche: È ufficiale: nel 2020 arriverà in Giappone il parco a tema dello Studio Ghibli!

 

 

Chi ha avuto modo di dormirvi ha diffuso delle foto che mostrano come la casa fosse adatta a ospitare anche dei bambini. Addirittura al secondo piano ci si poteva imbattere in alcuni makkuro kurosuke (anche detti susuwatari) sparsi, ovvero gli spiritelli della fuliggine ribattezzati “nerini del buio” o “corrifuliggine” nella versione italiana dell’anime.

Al momento pare tuttavia che non sia più consentito dormire in questa seconda casa di Totoro, ma il suo edificio è ancora presente e quindi fotografabile. E chissà che presto o tardi non si decida di rendere i soggiorni al suo interno di nuovo possibili. Tenete d’occhio Internet!

Fonte: kotaku.com

Leggi anche: Il primo ristorante ufficiale a tema Totoro ha aperto i battenti in Thailandia

 

Articoli correlati: