Chiudi annuncio
08 AGOSTO - People

Serena Williams: «Non mi sono sentita una brava mamma»

Scritto da:

Con un post su Instagram ha esternato le proprie emozioni

Anche i più grandi campioni hanno dei momenti no. È successo così per la ex numero uno del mondo, la tennista americana Serena Williams, che la scorsa settimana ha patito, quella che è stata definita la sconfitta più brutta della sua carriere per 6-1, 6-0 contro Joanna Konta.

Serena è tornata a competere nel circuito WTA da qualche mese, arrivando a raggiungere anche la finale di Wimbledon dove ha perso contro la tedesca Kerber. In molti hanno iniziato a discutere del perché di questo risultato e qualche giorno dopo è arrivata una lunga risposta su Intsagram:

Last week was not easy for me. Not only was I accepting some tough personal stuff, but I just was in a funk. Mostly, I felt like I was not a good mom. I read several articles that said postpartum emotions can last up to 3 years if not dealt with. I like communication best. Talking things through with my mom, my sisters, my friends let me know that my feelings are totally normal. It’s totally normal to feel like I’m not doing enough for my baby. We have all been there. I work a lot, I train, and I’m trying to be the best athlete I can be. However, that means although I have been with her every day of her life, I’m not around as much as I would like to be. Most of you moms deal with the same thing. Whether stay-at-home or working, finding that balance with kids is a true art. You are the true heroes. I’m here to say: if you are having a rough day or week–it’s ok–I am, too!!! There’s always tomm!

A post shared by Serena Williams (@serenawilliams) on

La settimana scorsa non è stato facile per me. Non solo accettavo alcune cose personali difficili, ma avevo paura. Per lo più, mi sentivo come se non fossi una brava mamma. Ho letto diversi articoli che dicevano che le emozioni postpartum possono durare fino a 3 anni se non curate. Mi piace la comunicazione migliore. Parlando di cose con mia madre, le mie sorelle, i miei amici ho scoperto che i miei sentimenti sono assolutamente normali. È del tutto normale sentire che non sto facendo abbastanza per la mia bambina. Siamo stati tutti lì. Lavoro molto, mi alleno e sto cercando di essere la miglior atleta che posso. Tuttavia, ciò significa che sebbene io sia stata con lei ogni giorno della sua vita, non sono con lei quanto vorrei. La maggior parte di voi mamme si occupa della stessa cosa. Che siate a casa o al lavoro, trovare l’equilibrio con i bambini è una vera arte. Tu sei il vero eroe. Sono qui per dirlo: se hai un brutto giorno o settimana – va bene – vale anche per me!!!

Il 2 settembre 2017 la Williams dava alla luce Olimpia,  nata dal rapporto con Alexis Ohanian e il recupero post parto, come ha più volte fatto sapere è ancora lungo, ma la tennista ce la sta mettendo tutta.

A post shared by Serena Williams (@serenawilliams) on

Articoli correlati: