10 AGOSTO - Lifestyle

Europei di Nuoto: l’Italia chiude con 22 medaglie

Scritto da:

Nell’ultima giornata gli azzurri si mettono al collo altre medaglie

Nella prima edizione degli Europei di Nuoto in Scozia, a Glasgow, l’Italia si mette al collo 22 medaglie e si gode degli atleti giovani e con possibili  e ulteriori margini di miglioramento. Nell’ultima giornata, senza togliere nulla agli altri, brilla il talento di Simona Quadarella, ormai una certezza del mezzofondo italiano.

Non c’è due senza tre✌️☝️🥇… a presto Glasgow❤️#europeanchampion#glasgow2018#400free

A post shared by simona quadarella (@simonaaquadarella) on

La romana, dopo le schiaccianti vittorie nei 1500 e negli 800 stile libero vince anche nei 400: chiude la rassegna con tre ori, impresa non da poco mai riuscita a nessun azzurro. Mette il sigillo a  una giornata da sogno, coronata da altre quattro medaglie.

Il triestino Piero Codia, è forse la sorpresa del giorno: parte dalla corsia uno (non di certo la migliore) e si impone dallo stacco all’arrivo nei 100 farfalla e quasi non ci crede nemmeno lui come nemmeno Margherita Panziera che all’arrivo quasi si commuove grazie alla sua vittoria nei 200 dorso.

Si conclude così il mio Europeo: oro, record italiano e record dei campionati nei 200 dorso 🥇🏊🏼‍♀️💪🏼 inutile dire che per me questa medaglia significa tutto, tutto il lavoro, la fatica, i sacrifici, i pianti, eppure ce l’ho fatta. Un passettino alla volta sono riuscita ad arrivare fin qua. E la salita non è finita ma diciamo che per questa stagione non potrei essere più soddisfatta. Questo risultato non è solo mio, ma di tutte le persone che mi hanno sostenuto e hanno creduto in me per tutto questo tempo. Voglio ringraziare la mia società, il Circolo Canottieri Aniene @aquaniene @circolocanottierianiene1892, il mio gruppo sportivo, le Fiamme Oro @fiammeoronuoto, la mia famiglia, il mio ragazzo @bafforuf89, le mie amiche. E infine grazie a tutti per i messaggi che mi avete mandato, mi avete reso ancora più felice! #happy #smile #gold #girl #swimming #europeanchampionship #champion #dao #daoathlete

A post shared by Margherita Panziera (@margheritapanziera) on

E poi ci sono i velocisti che non deludono: Andrea Vergani è bronzo nei 50 stile libero e Arianna Castiglioni è bronzo nei 50 rana (stesso metallo nei 100)

Una nazionale così poche volte si era vista, il record era di 17 medaglie a Londra 2016, superato ampiamente con le 22 totali e c’è da sorridere data la giovane età degli azzurri (la medaglia più giovane e anche una delle più inaspettate è quella di Federico Burdisso 17 anni) e visto che all’appello mancava il miglior Paltrinieri, colpito da un virus intestinale e Gabriele Detti, fermo per infortunio alla spalla e Federica Pellegrini deve ancora capire se continuare con i 100 stile e con la velocità.

É vero erano gli Europei ma in vista di Tokyo 2020 sognare non costa…

 

Articoli correlati: