Chiudi annuncio
12 OTTOBRE - Lifestyle

Eminem e le rime contro il presidente Donald Trump

Scritto da:

Il cantante ha dedicato parole di disprezzo al numero uno degli USA

Eminem è tornato, pungente e polemico più che mai. Le sue rime e il suo rap si scagliano contro Donald Trump. Che il presidente degli Stati Uniti non fosse personaggio gradito a molti nomi noti della musica, dello spettacolo e dello sport (basti pensare al tweet di LeBron James) lo si era capito da tempo.

In quattro minuti Eminem ha invece sfogato tutta la sua rabbia per l’operato del numero uno degli USA. Il cantante, con tanto di felpa nera e cappuccio (il look che lo rese famoso) in occasione dei Black Entertainment Television Hip Hop Awards ha trasformato in musica la sua frustrazione.

Parole pesanti, come macigni. L’artista è arrivato a definire Trump un: «kamikaze, e probabilmente causerà un olocausto nucleare. E mentre il scoppierà il bordello Lui metterà benzina nel suo aereo e volerà in giro aspettando che tutto si calmi e le bombe finiscano di cadere».

Il rapper ha anche dato un aut aut: chi è suo fan non può e non deve essere anche un sostenitore di Trump: «Manderà via tutti gli immigrati. Costruirà un muro più alto di questo. Beh, se lo costruirà spero che abbia mattoni solidi come la roccia, perché come fa lui in politica userò tutti i suoi trucchi, perché lancerò quel pezzo di m****a contro quel muro finché non ci resterà attaccato».

Articoli correlati: