Chiudi annuncio
16 GIUGNO - Lifestyle

Pietro Aradori: “Futuro? Non ho ancora scelto, voglio prendermi del tempo”

Scritto da:

Il cestista per ora si gode l’estate in attesa di definire i suoi progetti futuri

Passione spasmodica per le canotte NBA e per i cappelli, occhi di ghiaccio e simpatia. Pietro Aradori, guardia della Nazionale Italiana di Basket e di Reggio Emilia è un ragazzo come tanti, alla mano, sempre sorridente e con un talento fuori dalla norma. È stato al centro del gossip, a causa della recente rottura con la show girl Guendalina Canessa, però con grande classe non ha mai detto nulla “perché il gossip non si gestisce“. Il futuro è incerto, la sua partenza da Reggio Emilia è quasi data per sicura, ma Pietro vuole prendersela con calma e scegliere il meglio, anche se non bisogna fermarsi, ci sono gli Europei. L’estate è appena cominciata e prima di pensare al futuro e ai prossimi impegni Pietro si è rilassato a Capri al “Vip Champion” dove lo abbiamo incontrato e dove ci ha parlato dell’ultima stagione e della sua vita.

… chillin'.. 🎆🏝☀️ #fssub #lifestyle #basketballneverstops

A post shared by pietroaradori4🎗 (@pietroaradori4) on

La stagione di Reggio Emilia non è andata come speravate, dopo la finale dell’anno scorso lo stop ai quarti. Cosa non ha funzionato?

Mah…sicuramente è stata una stagione al di sotto delle aspettative. Abbiamo avuto tanti problemi soprattutto da gennaio in poi. C’è da dire che ogni anno non si può andare in finale scudetto, perché ci sono anche altre squadre che costruiscono la stagione per arrivare a quel punto. Abbiamo ripreso in mano la stagione tra febbraio e marzo, quando eravamo in difficoltà e siamo riusciti ad arrivare ai Play Off, che non erano così scontati per come si era messa e poi siam stati…non bravi abbastanza per guadarci una bella posizione per non incontrare una squadra come Avellino che era molto forte, però insomma, si impacchetta questa stagione e si guarda avanti.

E la stagione di Pietro, invece, come è stata?

La mia personale è andata molto bene, se non la migliore stagione in carriera una delle migliori…però quando arrivano i risultati di squadra quello che fai sul campo viene valorizzato ancora di più.

Futuro, il tuo compagno di squadra Achille Polonara è andato a Sassari, tu cosa hai intenzione di fare?

Io, invece ancora non ho deciso e voglio prendermi del tempo. Siamo a inizio giugno, quindi con calma deciderò quale sarà la situazione e la squadra migliore per me. (Le ultime notizie lo vogliono vicino alla “Virtus Bologna”, ndr)

Fine agosto, gli Europei, dopo la mancata qualificazione alle Olimpiadi c’è voglia di riscatto, su cosa c’è da migliorare?

Il gruppo è molto buono: siamo tutti all’apice delle nostre carriere, siamo un ottimo gruppo. Non siamo mai riusciti, in questi anni, a fare un passo indietro individualmente, per fare in modo che la squadra andasse meglio e arrivassero i risultati. Lo vogliamo fare, dovremmo farlo quest’estate per riuscire a fare un grande Europeo che è quello che tutti si aspettano e che noi vogliamo e quindi abbiamo tutte le carte in regole per fare bella figura e per toglierci soddisfazioni, soprattutto con un grande allenatore come Ettore Messina: siamo un’ottima squadra.

Questo è ciò che chiamiamo TEAM-EFFORT..!! 🇮🇹🏀 #fssub #basketballneverstops

A post shared by pietroaradori4🎗 (@pietroaradori4) on

Vita privata, sei stato per forza di cose su diverse copertine (dopo la rottura con Guendalina Canessa) e per scelta personale hai deciso di non parlare. Come si gestisce il gossip?

Non lo gestisco…. se mi piace una ragazza puo’ fare la “giornalaia”, con tutto il rispetto per la giornalaia, che sicuramente sarà meno esposta mediaticamente, come la First Lady degli Stati Uniti. Per me non cambia niente, quindi mi vivo la mia vita, non mi influenza quello che fa l’altra persona, vedo così le cose.

Hai creato una tua linea di gioielli, come è nata l’idea?

È stata una cosa simpatica. Fun Jewels, si chiama così la ditta, ha scelto quattro personaggi dello sport, tra cui c’è anche Valentina Diouf. Per quanto mi riguarda…da un po’ di anni c’è questa cosa che mi chiamano “cane”, “cagnaccio” io chiamo così anche gli altri, allora ho deciso di mettere sulle collane, pendenti, bracciali e anelli la foto di un pitbull…che è un po’ quello che mi rappresenta ed è nata in questa direzione.

Pietro Aradori indossa il ciondolo della sua linea "Il Cagnaccio" Visita il sito: http://www.funjewels.it #FunJewels #PietroAradori #Basket #gioielli #jewels #preziosi @pietroaradori4

A post shared by Fun Jewels (@fun.jewels) on

Articoli correlati: